Settori‎ > ‎

Condizionalità, direttiva nitrati, prodotti fitosanitari


Bollettino per spandimento reflui zootecnici

pubblicato 21 dic 2016, 05:42 da Alessandro Tonon

Si segnala la realizzazione del bollettino Agrometeo giornaliero dell' ARPAV - Servizio Meteorologico consultabile all'indirizzo:  http://www.arpa.veneto.it/bolagro/agrometeonitrati/nitrati.htm  nel quale si può consultare l'elaborazione previsionale delle condizioni meteorologiche necessaria per conoscere l'eventuale sospensione del divieto di spandimento dei liquami, dei materiali ad essi assimilati e delle acque reflue.

 

L'accesso al servizio Agrometeo dell’ARPAV è possibile anche dal portale PIAVe (http://www.piave.veneto.it) come indicato nel box "in evidenza".

Controllo funzionale irroratrici di prodotti fitosanitari

pubblicato 26 set 2016, 02:43 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 27 set 2016, 09:34 ]

Controllo irroratrici

ENTRO IL
26 novembre 2016

dovrà essere effettuato
il controllo funzionale di tutte le irroratrici di prodotti fitosanitari, utilizzate dalle aziende agricole per la difesa delle colture (barre da diserbo, atomizzatori, ...)

L'USO DI ATTREZZATURE NON CONTROLLATE O NON IDONEE, DOPO TALE DATA, DARA' LUOGO A SANZIONI

Sono esonerate da tale scadenza le attrezzature nuove, entro i primi 5 anni dall'acquisto.
Successivamente il controllo dovrà essere ripetuto ogni 5 anni fino al 2020 e ogni 3 anni dal 2021.

Nel volantino allegato, è possibile consultare l’elenco aggiornato dei centri prova autorizzati a rilasciare l'attestato che comprova il corretto funzionamento

Per maggiori informazioni:
Regione Veneto • Agricoltura e Foreste • Settore fitosanitario

Agricoltura Biologica

pubblicato 01 giu 2016, 05:53 da Alessandro Tonon

Si informa che l’Ufficio Agricoltura Biologica del Ministero dell’Agricoltura ha realizzato il manuale previsto al punto A.7.4 del Piano di Azione Nazionale

con il contributo del Consiglio per la ricerca in agricoltura (CREA-PAV, CREA-RPS e CREA-ORA). 

Al seguente link è possibile scaricare l’intero corpo della pubblicazione in PDF

http://www.sinab.it/sites/default/files/Manuale%20GestiProBio.pdf


Inoltre al seguente link è altresì possibile scaricare la brochure e un breve video realizzati nell’ambito del progetto di ricerca.

http://www.sinab.it/ricerca/gestiprobio-%E2%80%9Cgestione-ecocompatibile-della-protezione-delle-colture-agricoltura-biologica%E2%80%9D


Condizionalità 2016

pubblicato 12 apr 2016, 00:07 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 10 mag 2016, 00:08 ]

La condizionalità 2016, che prevede riduzioni ed esclusioni per inadempienze dei beneficiari dei pagamenti diretti e dei programmi di sviluppo rurale, è disciplinata dal D.M. n. 3536 del 08/02/2016  (ai sensi del regolamento (UE) n. 1306/2013).

La Regione Veneto, ha emanato un proprio decreto  n 16 del 15 marzo 2016 che definisce gli aspetti applicativi relativi alla BCAA 1 (tutela dei corpi idrici).
L'allegato A al decreto definisce l'elenco dei corpi idrici che devono essere tutelati con una fascia di rispetto inerbita (BCAA 1), mentre l'allegato B rappresenta tramite cartografia la disposizione dei corpi idrici interessati.

Successivamente ha approvato la deliberazione n. 466 del 19 aprile 2016 il cui allegato A prescrive gli impegni della condizionalità 2016. È possibile consultare il dettaglio delle principali novità introdotte e le modifiche apportate ai singoli criteri di gestione obbligatori (CGO) e alle buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA), collegandosi alla pagina dedicata alla Condizionalità presente nel portale regionale, in corso di aggiornamento, dove nei prossimi giorni si potranno scaricare anche le normative di riferimento.
 

Indicazioni operative per i fitosanitari

pubblicato 01 apr 2016, 06:35 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 22 apr 2016, 08:06 ]

utilizzo fitosanitari
Dopo la precedente versione, di febbraio 2016, la Regione Veneto ha approvato nuove indicazioni operative e relativi modulistica ufficiale per l'acquisto e utilizzo dei prodotti fitosanitari. Era infatti necessario un chiarimento sulla gestione effettuata tramite ditte conto-terzi, che è giunto in tempi fortunatamente brevi, compatibili con l'avvio delle coltivazioni 2016.
Per quanto riguarda l'uso conto-terzi, a seconda che il terzisti acquisti a proprio nome oppure a nome dell'azienda agricola i prodotti fitosanitari, sono state previste due modalità di delega, che per meglio enfatizzare il tipo di rapporto che si viene a creare con l'azienda agricola, sono state denominate CONTRATTO D'APPALTO PRIVATO, (che non necessita di registrazione).
Si ricorda che se il conto-terzista acquista a proprio nome i prodotti fitosanitari, deve compilare un apposito registro di carico-scarico.

Il "patentino veleni", o più precisamente, il "CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALL’ACQUISTO E ALL’UTILIZZO DEI PRODOTTI FITOSANITARI" (D.Lgs 150 del 14 Agosto 2012) è un documento personale che può essere ottenuto frequentando uno specifico corso di 20 ore, come previsto dalla DGR Veneto n. 2136 del 18 novembre 2014 e superando una prova di valutazione.
Ha durata di 5 anni dal suo rilascio, ed il rinnovo avviene frequentando un corso di aggiornamento (previsto dalla stessa DGR 2136/2014) e presentando apposita domanda. Chi possiede un patentino rilasciato ai sensi della precedente normativa (DPR 290/2001) può rinnovarlo con le stesse regole.
Per maggiori informazioni: http://www.avepa.it/fitosanitari-utilizzatori 

Senza patentino non solo non è possibile acquistare e utilizzare i prodotti fitosanitari (per la cura e difesa delle colture), ma non è possibile nemmeno detenere nel proprio magazzino eventuali rimanenze acquistate prima del 26/11/2015, data in cui l'obbligo è stato esteso a tutte le tipologie (classi tossicologiche) di prodotti.

Uso conto terzi di prodotti fitosanitari

pubblicato 30 dic 2015, 08:00 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 04 apr 2016, 01:24 ]

registro carico-scarico PF
Il 26 novembre 2015 è entrato in vigore l'obbligo del certificato di abilitazione all'acquisto e utilizzo dei prodotti fitosanitari di cui al D. Lgs 150/2012, detto "patentino veleni", per tutti i prodotti fitosanitari per uso professionale.
La Regione Veneto, con specifiche indicazioni operative per l'acquisto e utilizzo dei prodotti fitosanitari ha concesso la possibilità di delegare l'esecuzione di tutte le operazioni (fino allo smaltimento dei contenitori vuoti) ad una azienda conto-terzi, mediante apposito CONTRATTO D'APPALTO. Questa modalità è possibile sia nel caso il deposito dei fitosanitari sia realizzato presso l'azienda agricola, sia nel caso sia realizzato presso il magazzino del conto-terzista.

In taluni casi, può tuttavia risultare utile la modalità prevista al punto A.1.15 dal PAN (D.M. 22/01/2014). Le indicazioni operative sopra richiamate, descrivono anche questa modalità, ma per praticità, diamo alcuni chiarimenti.
Anche in questo caso è necessario un specifico CONTRATTO D'APPALTO, ma il terzista provvederà ad acquistare a proprio nome i prodotti fitosanitari da impiegare presso le aziende clienti (i committenti), li conserverà nel proprio deposito, che deve essere a norma con quanto prescritto dal PAN (vedi allegato) e dopo l'impiego smaltirà come propri i contenitori vuoti, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
Il terzista dovrà compilare un registro di carico e scarico del deposito, necessario alla tracciabilità dei prodotti fitosanitari impiegati, e consegnerà al committente la scheda E (DICHIARAZIONE DI AVVENUTO TRATTAMENTO CON PRODOTTI FITOSANITARI) e la fattura che riporterà oltre al servizio effettuato, anche i prodotti utilizzati con i relativi costi.
Per rendere più immediata questa procedura, abbiamo predisposto un registro di carico scarico "cartaceo", con una scheda E adattata ai nuovi obblighi dell'utilizzatore conto terzi.
Il registro può essere tenuto anche informaticamente, utilizzando il software on-line della Regione Veneto (bisogna registrarsi), oppure richiedendo ai nostri uffici il modello Excel (in questo caso sul PC deve essere presente una versione di Excel compatibile con il formato xlsx).

Regole condizionalità 2015

pubblicato 27 mar 2015, 01:53 da Alessandro Tonon

Alleghiamo il Decreto Ministeriale che definisce le regole della condizionalità valide per il 2015.
Ricordiamo che ora spetterà alle Regioni recepire con apposita delibera, la normativa sul proprio territorio, ma che comunque l'applicazione parte dal 01/01/2015.

BRUCIATURA IN CAMPO DEI RESIDUI COLTURALI

pubblicato 18 nov 2014, 00:31 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 18 nov 2014, 00:45 ]

bruciatura residui colturali
Una recente Legge, la numero 116 dell’11 agosto 2014 (pubblicata sul Supplemento ordinario alla Gazzetta ufficiale n. 192 del 20 agosto 2014) che integra il Decreto Legislativo n. 152/2006, ha autorizzato gli agricoltori a bruciare residui vegetali (stoppie, sarmenti, sfalci o potature) raccogliendoli in cumuli nei terreni agricoli dove sono stati prodotti, distinguendo definitivamente questi materiali dai rifiuti. La legge pone il limite quantitativo di 3 metri cubi giornalieri e vieta questa pratica nei periodi di maggiore rischio di incendi boschivi definiti dalle Regioni. Inoltre le amministrazioni competenti possono sospendere l’autorizzazione in condizioni meteorologiche, climatiche o ambientali sfavorevoli, come ad esempio in caso di elevata presenza di inquinanti atmosferici. 

Riteniamo però utile ricordare che lo standard 2.1 della condizionalità (a cui sono soggetti i beneficiari dei contributi PAC, delle misure agro-ambientali del PSR e delle misure a sostegno della viticoltura) vieta la bruciatura delle stoppie e delle paglie, al fine di preservare il livello di sostanza organica presente nel suolo, di tutelare la fauna selvatica e proteggere l’habitat. 

Sono comunque previste deroghe alla bruciatura delle stoppie, per i seguenti casi:

1.    per le superfici investite a riso;

2.    nel caso di interventi connessi ad emergenze di carattere fitosanitario prescritti dall’Autorità competente;

3.    in caso di norme regionali inerenti la regolamentazione della bruciatura delle stoppie e delle paglie. Tale deroga è, comunque, sempre esclusa per le aree individuate ai sensi della direttiva 2009/147/CE e della direttiva 92/43/CEE, salvo diversa prescrizione della competente autorità di gestione.

Taratura irroratrici conto terzi

pubblicato 18 set 2014, 03:59 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 26 set 2016, 02:49 ]


volantino taratura

Attenzione: il controllo funzionale delle irroratrici di prodotti fitosanitari, destinate ad attività conto terzideve essere effettuato entro il 26 novembre 2014

Sono esonerate le attrezzature nuove, entro i primi 2 anni dall'acquisto.

Successivamente il controllo dovrà essere ripetuto ogni 2 anni.

Nel volantino allegato, l’elenco aggiornato dei centri prova autorizzati.

Deroga rame produttori biologici - anno 2014

pubblicato 05 set 2014, 04:55 da Alessandro Tonon   [ aggiornato in data 05 set 2014, 05:01 ]

logo biologico 

Con nota AVEPA del 05/09/2014 è stato comunicato che i produttori biologici interessati al rilascio dell'autorizzazione di cui all'allegato II, punto 6 del regolamento (CE) n. 889/2008 e s.m.i., per il superamento del limite di 6 Kg/anno per ettaro per l'impiego di rame nelle colture perenni sottoforma di idrossido, ossicloruro, ossido di rame, poltiglia bordolese e solfato di rame tribasico a scopo fitosanitario (battericida e fungicida), possono presentare apposita richiesta allo sportello unico dell'AVEPA competente per territorio. Leggi intero comunicato. Per informazioni e per presentare la richiesta rivolgersi ai nostri uffici nei consueti orari di apertura.


1-10 of 12